Gorgia on my mind: abbuffata di sofismi, musica e poesia

21 Lug 2018, 21.00 Palazzo dei Musei

Gorgia on my mind
Abbuffata-ammucchiata friendly di sofismi, musica e poesia

Sabato 21 luglio ore 21.00 a Palazzo dei Musei, una abbuffata sofismi, musica e poesia con gli autori, i libri, i consulenti e gli amici della casa editrice thedotcompany, che festeggia il 3° compleanno. Una serata di letture, monologhi (DOT Conference: 5 minuti ciascuna) e strumenti dal vivo (pianoforte, violino, flauto, sax, chitarre, batteria), con letture scelte e presentazione dei 10 autori della collana Myricae.


Non un sabato qualunque, non un sabato italiano. Sabato 21 luglio, ore 21.30, nel cortile interno dei Musei Civici di Reggio Emilia, nell’ambìto di “Restate 2018 – Museo sotto le stelle”, andrà in scena lo spettacolo cosmicomico “Gorgia on my mind” (rassegna Vola Alta Parabola), ossia un’arruffata abbuffata di sofismi, solecismi, silenzi e assenze.

Per celebrare il 50° di “Super-Eliogabalo” di Arbasino, il 100° de “Il ritorno di Casanova” di Schnitzler e il 150° de “L’idiota” di Dostoevskij. A mezzanotte, poi, saranno ricordati i due mesi esatti dalla scomparsa di Philip Roth, con un narr-attore che reciterà alcuni passaggi del “Lamento di Portnoy”.

Ma anche per festeggiare il 3° compleanno della casa editrice reggiana Thedotcompany, torta e brindisino inclusi offerti dalla compagnia di colporteurs itineranti “Reading che ti passa”.

Momento clou della serata, l’installazione vivente (performance art) dal titolo “Marina non c’è, ma non serba rancore”, a cura della cooperativa asociale “La Dimora di Abramović”.

Una serata di letture dal buco della narratura (a cura del collettivo afono “Rochi ma buoni”), monologhi (Dot Conference di 5 minuti ciascuna: attenersi perditempo) e strumenti in azione dal vivo (pianoforti a muro in onore dell’a-mur di Lacan, tappeti di violini per nascondervi sotto la polvere, flauti magici che si son messi di traverso, sax dritti e zitti, chitarre a 7 corde e 9 vite, batterie di pentole al litio, kazoo nostri e didgeridoo loro), con letture scelte a caos e presentazione impassibile di idee impossibili, di prosopopee improponibili e di ospiti impresentabili ma tutto sommato sobri.

Inoltre ci saranno collegamenti telefonici in diretta con alcune personalità incomprese della cultura, movida e torcida reggiana (in collaborazione con la neonata factory “Inchiostri della domenica nei chiostri di San Domenico”).

In più, la proiezione “integrale” (maxi-scherno al Plasmon offerto dall’Academiuta d’la Crusca) dell’opera teatrale “Pinocchio” di Carmelo Bene, a quattro mesi dalla pubblicazione della legacy edition di “Burattino senza fili”, storico concept album di Bennato.

Funzionerà un nutrito bookstop e un parco aperidopocena a seguire.
Ingresso libero, uscita obbligatoria (a spinta).
Ideazione, areazione e allestimento by CAP The Captain.

Ideazione e allestimento di thedotcompany Area Libri (http://books.thedotcompany.it)

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
(da lun a ven: 09.00 – 13.00 / mar, gio: 14.00 17.00)
0522 456816 Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1
orari di apertura
musei@municipio.re.it