Il tè delle Muse – Mal’occhio. I cinque sentimenti di Guercino

9 Dic 2018, 16.00 Palazzo dei Musei

Il tè delle Muse
Mal’occhio. I cinque sentimenti di Guercino
Massimo Pulini

Nuovo appuntamento della rassegna Il tè delle Muse: Massimo Pulini, autore del libro “Mal’occhio. I cinque sentimenti di Guercino”, dialoga con lo storico dell’arte Massimo Pirondini.

*

Domenica 9 dicembre a Palazzo dei Musei (via Spallanzani, 1), alle ore 16.00, in occasione dell’appuntamento domenicale del Tè delle Muse, verrà presentato il nuovo romanzo di Massimo Pulini, “Mal’occhio”, (CartaCanta Editore, Forlì), incentrato sulla figura di uno dei massimi artisti del Seicento europeo: Giovan Francesco Barbieri detto il Guercino.

Quello di Pulini è il primo romanzo che trae spunto dalla vita di Guercino, dai suoi talenti, dalle sue passioni, ma anche dalla menomazione fisica che ne ha condizionato l’attività artistica e le relazioni umane. Il suo strabismo, che fu motivo di soprannomi e derisioni, ha ispirato anche il titolo del libro. Fu la sua vulnerabilità e forse la sua forza: un occhio incassato alla base del naso nel paese del Carnevale dovette essere ragione di scherno e crudeltà; ma Giovan Francesco rispose con uno sguardo nuovo sul mondo, uno sguardo acuto, passionale e sensibile che lo rese unico.

Doppie furono anche le sue maniere pittoriche: impetuosa e irregolare la prima, ispirata da un intenso sentimento amoroso e dalla sua assenza; mentre il secondo stile, più pacato e spirituale, ci appare spogliato di ogni esuberanza e guidato da una crescente spiritualità.

Questo libro segue le vie che portarono alla trasfigurazione dello stile di Guercino, proponendo inedite motivazioni e riflessioni. Il 1629 segna il guado, quando il giovane Diego Velázquez compì la misteriosa visita a quel sommo pittore a Cento, nella bassa ferrarese: anno di peste e conversioni, di guerre, lutti e rinascite, che diventano il fulcro del romanzo.

Insieme all’autore dialogherà lo storico Massimo Pirondini, autore di innumerevoli pubblicazioni sulla pittura del Seicento emiliano.

Massimo Pulini:
Pittore e ricercatore, ma anche scrittore e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, Massimo Pulini ha pubblicato cataloghi, saggi d’arte, monologhi teatrali e curato le mostre monografiche su Guercino a Cento (2001), Milano e Roma (2003-2004), Londra (2005), Rimini (2018).
Quattro suoi libri, che si distinguono per una storia dell’arte costruita nel racconto, sono riuniti nella raccolta *La coperta del tempo* (Medusa edizioni)
Nel 2011 è uscito, sempre per CartaCanta, il suo primo romanzo,* Gli inestimabili*, dedicato a un clamoroso quanto oscuro furto d‘arte, di un dipinto di Raffaello e di due di Piero della Francesca, avvenuto a Urbino
nel 1975.
Dal 2011 svolge il ruolo di Assessore alla Cultura e alle Arti del Come di Rimini ed è direttore artistico della Biennale Disegno.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
(da lun a ven: 09.00 – 13.00 / mar, gio: 14.00 17.00)
0522 456816 Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1
orari di apertura
musei@municipio.re.it