Il Tè delle Muse – Ribelli contro Roma. Gli schiavi, Spartaco, l’altra Italia

8 Apr 2018, 16.00 Palazzo dei Musei

Il Tè delle Muse

Ribelli contro Roma. Gli schiavi, Spartaco, l’altra Italia

presentazione del libro con l’autore Giovanni Brizzi
interverranno il prof. Giuseppe Gherpelli e l’archeologo Nicola Cassone

Domenica 8 aprile presso il Palazzo dei Musei si terrà il consueto appuntamento con il Tè delle Muse. Ospite d’eccezione sarà il professore Giovanni Brizzi, a lungo ordinario di Storia Romana presso l’Università di Bologna e considerato uno dei massimi conoscitori di storia militare antica ed esperto indiscusso di Annibale, che, per l’occasione, presenterà il suo ultimo libro Ribelli contro Roma. Gli schiavi, Spartaco, l’altra Italia. Insieme a lui dialogheranno il professor Giuseppe Gherpelli e l’archeologo Nicola Cassone.

«Poiché i soldati erano schiavi e i comandanti gladiatori, gli uni uomini della condizione più infima, gli altri della peggiore, questi ultimi accrebbero la sciagura di Roma con il disonore»: così sulla guerra di Spartaco lo storico Anneo Floro. Ben altra è la verità che, nelle sue Mitridatiche, mostra di conoscere Appiano: in procinto di misurarsi nuovamente con Roma, Mitridate ritenne, secondo lui, di poter contare sugli Italici poiché sapeva che «recentemente quasi tutta l’Italia per odio si era ribellata ai Romani e a lungo aveva fatto guerra contro di loro, e contro di loro si era unita al gladiatore Spartaco».

Dunque una guerra non di schiavi, o non completamente di schiavi né, forse, soprattutto di schiavi; ma l’ultima di tre guerre terribili che ebbero nella ‘seconda Italia’ dell’Appennino centro meridionale il loro serbatoio di instabilità, insanguinando la penisola per quasi un ventennio con centinaia di migliaia di morti; fino a che, pur sconfitto ed ucciso con tutti i suoi, un gladiatore trace, ultimo capo di queste furibonde popolazioni, non ottenne che le promesse fatte diciassette anni prima fossero finalmente matenute; e che tutti gli alleati italici fossero finalmente inseriti nei distretti elettorali della res publica.

L’evento si inserisce nel più ampio progetto “2200 anni lungo la Via Emilia” promosso dai tre Comuni di Modena, Reggio Emilia e Parma, dalle Soprintendenza Archeologia di Bologna e di Parma, dal Segretariato Regionale Beni, Attività culturali e Turismo, e dalla Regione Emilia – Romagna.

 

 

 

 

 

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
(da lun a ven: 09.00 – 13.00 / mar, gio: 14.00 17.00)
0522 456816 Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1
orari di apertura
musei@municipio.re.it