Rivoluzionari per sempre/ Visite guidate

4 Lug 2018 - 16 Lug 2018 Palazzo dei Musei

Rivoluzionari per sempre/ Visite guidate

Luoghi e oggetti che raccontano l’identità di una città capace di lottare per il cambiamento e il rinnovamento. Da battaglie armate a scontri ideologici, tre serate per scoprire le storie di cui i reggiani furono protagonisti.

mercoledì 4 luglio, ore 21.00
Museo del Tricolore, piazza Casotti, 2
Chiamata alle armi !
Le battaglie e gli episodi significativi che portarono alla nascita del Tricolore
Chiara Pelliciari

Il 20 agosto 1796 esplose un tumulto in Piazza San Prospero, come scrisse il famoso agronomo Filippo Re “la piazza ribolliva”, i cittadini si armarono e cacciarono le truppe modenesi. Pochi giorni dopo fu proclamata la Repubblica Reggiana. Lettere e documenti dell’epoca custodiscono retroscena e curiosità delle giornate più significative che portarono alla nascita della repubblica e, qualche mese dopo, alla proclamazione del primo Tricolore. Le cronache di fine Settecento sanno ancora trasmetterci le passioni e ricondurci nelle piazze in rivolte che cambiarono la storia e determinarono le sorti della città e che più di 200 anni fa portarono alla realizzazione della Costituzione Cispadana e alla nascita del bandiera nazionale.

lunedì 9 luglio, ore 18.00
Ritrovo presso Cimitero Monumentale, via Beretti, 2
“O si fa l’Italia o si muore!”  Percorso guidato fra i sepolcri dei rivoluzionari
Chiara Pelliciari

Un viaggio tra le voci e i personaggi della storia reggiana attraverso tombe e monumenti nello splendido cimitero monumentale progettato dall’architetto Domenico Marchelli. Un luogo di memorie pubbliche e private, in cui la volontà monumentale si unisce, inscindibilmente, alla suggestione “romantica” del paesaggio, in un intreccio strettissimo fra monumento, architetture, memorie storiche e natura.
Attraversando gli archi del quadriportico e i viali è possibile immergersi nella storia di Reggio per scoprire, da un insolito punto di vista, le vicende che hanno riguardato un’intera comunità. Il cimitero come museo a cielo aperto, come libro di storia privilegiato per leggere le vittorie e le sconfitte vissute da una città, le sue fratture sociali, le rivincite singole e collettive. Un luogo privilegiato per raccontare le vicende e gli episodi che, dalle battaglie risorgimentali, ci accompagnano fino al Sacrario dei caduti della grande guerra e della resistenza.

lunedì 16 luglio, ore 18.00
Museo di Storia della Psichiatria, via Amendola, 2
Rivoluzione 180 – Visita al Museo di Storia della Psichiatria sulle tracce di chi ha sognato un mondo senza manicomi
Francesca Poli

Era il 13 maggio 1978 quando la legge 180 apriva una nuova epoca per la cura delle malattie mentali. Quarant’anni senza manicomi riflessi nella storia che permea le sale del padiglione Lombroso nel San Lazzaro di Reggio Emilia, l’ex Ospedale Psichiatrico cittadino.
La visita inizia prima di incontrare la guida, passeggiando nel parco, percorrendo i passi dei circa 100.000 pazienti che negli anni di apertura hanno vissuto rinchiusi nelle strutture manicomiali reggiane; quando si arriva alla sezione Lombroso si attraversa un muro che non è più divisione, esclusione, protezione, scarto, confine: è simbolo. Simbolo di una realtà cambiata attraverso la rivoluzione psichiatrica degli anni sessanta, i primi reportage, le denunce e le personalità che hanno sognato un mondo senza manicomi, non fermandosi davanti alle opposizioni della politica, della tradizione, della realtà italiana del loro tempo.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
(da lun a ven: 09.00 – 13.00 / mar, gio: 14.00 17.00)
0522 456816 Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1
orari di apertura
musei@municipio.re.it