1
La nuova Sezione Archeologica – I nuovi spazi dedicati all’archeologia, che occupa due “maniche” del Palazzo dei Musei, narrano la storia e delle genti del territorio reggiano individuandone le dinamiche e gli elementi generatori in rapporto alla geomorfologia, al clima ed all’ambiente dalla Preistoria al periodo Alto-Medievale. Il fattore che più di ogni altro sembra condizionare il popolamento e lo sviluppo culturale nel territorio è quello delle vie di comunicazione, che dalle epoche più remote attraversano questo lembo di pianura Padana, vera e propria cerniera tra mondo mediterraneo ed Europa continentale.
Il progetto allestitivo, pur con un’impostazione cronologica, apre “varchi” di lettura dei contenuti esposti che consentono comparazioni, collegamenti fra le diverse epoche e rivelano l’identità del territorio da punti di vista inaspettati, in continuità con la sezione storico-artistica.Nelle quattro grandi vetrine della “prima manica” reperti archeologici, tassidermie, materiali etnologici, opere d’arte, oggetti di design e frame di film comprendono un periodo che va dal Paleolitico medio alla fase finale dell’Età del Ferro.