Il tè delle Muse – Due storie intrecciate

23 Apr 2017, 16.00 Palazzo dei Musei

Il rilievo frammentario scavato in via del Carbone
A cura di Massimo Mussini e Marco Podini

Anche le pietre raccontano se si sa comprendere il loro linguaggio. È quanto accaduto dopo il ritrovamento, in uno scavo archeologico, di un frammento scolpito finito fuori dal suo contesto originario d’uso e oggi esposto nella mostra “Lo scavo in piazza” presso il Palazzo dei Musei di Reggio Emilia.

Domenica 23 aprile, all’appuntamento col “Te delle Muse”, Marco Podini, archeologo della Soprintendenza e Massimo Mussini, storico dell’arte, racconteranno la storia della scultura raffigurante un “Profeta” emersa durante lo scavo di via del Carbone. Una storia iniziata nella prima metà del Duecento nella Cattedrale reggiana per opera di uno scultore antelamico, proseguita con l’intervento di Bartolomeo Spani agli inizi del Cinquecento e terminata un secolo dopo durante il rifacimento interno della chiesa.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
(da lun a ven: 09.00 – 13.00 / mar, gio: 14.00 17.00)
0522 456816 Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1
orari di apertura
musei@municipio.re.it

Share Button
Musei Civici di Reggio Emilia

direzione e uffici: v. Palazzolo, 2 - 42121 Reggio Emilia
T. 0522 456477 / F. 0522 456476
scrivi a: musei@municipio.re.it

 

© MUSEI CIVICI DI REGGIO EMILIA Credits