Data:27 Novembre 2020

#Scouting / The Cool Couple – Let’s Not Be Honest

Spazio Neutro, 25 settembre – 15 novembre 2020 recensione Questi non sono tempi normali; e ne è la più evidente spia il fatto che tutti, in modo più o meno responsabile, stiano cercano di ricreare o simulare la normalità cui erano abituati, per ricacciare l’idea stessa di ripiombare nell’isolamento o peggio: nei simulacri interattivi di socialità. La quotidianità prosegue sgusciando tra molte strettoie e sbarramenti, eppure prosegue, in modo spesso…

Continua…

Data:25 Novembre 2020

#CrescerealMuseo / Incontri! Arte e persone – Luca Manfredi a Palazzo dei Musei

Incontri! Arte e persone Luca Manfredi a Palazzo dei Musei “Incontri! Arte e persone” si sviluppa a partire dal progetto di Reggio Città senza Barriere “B. Diritto alla bellezza” che lavora sull’incontro tra creatività e fragilità, nella convinzione che questo possa essere generativo di nuove opportunità di inclusione sociale. È inserito nella progettazione culturale di “Emilia 2020/2021. La cultura non starà al suo posto” dell’Assessorato alla Cultura – Servizi Culturali…

Continua…

Data:24 Novembre 2020

#CrescerealMuseo / Ripensare le strategie educative

RIPENSARE LE STRATEGIE EDUCATIVE: NUOVI APPROCCI AI MUSEI CIVICI DI REGGIO EMILIA “Per l’utile di chi studia e per la meraviglia di chi entra”. Questa iscrizione, che dall’Ottocento accoglie i visitatori all’ingresso dei Musei Civici di Reggio Emilia, testimonia il legame storico tra i nostri musei e la didattica. Una relazione che si è sviluppata nel corso degli anni e si è trasformata in una profonda vocazione, fino ad essere…

Continua…

Data:12 Novembre 2020

#MuseoPOP / Giallo antico

Nel 1990 un nuovo e brillante detective si affaccia sulle pagine del Giallo Mondadori: creato dall’autrice bolognese Danila Comastri Montanari, il senatore Publio Aurelio Stazio indaga nella Roma imperiale al massimo del suo fulgore, e l’antica capitale diventa co-protagonista con i suoi monumenti, personaggi, vizi e virtù. Il primo romanzo della serie, Mors tua, vince il premio Alberto Tedeschi, indetto ogni anno dal Giallo Mondadori, che pubblica poi il romanzo…

Continua…

Data:4 Novembre 2020

#MuseoPOP / Martin Mystère

Archeologo. Biondo. Logorroico. Dotato del terzo occhio. Perennemente in ritardo con le consegne dei testi al suo editore. Queste sono solo alcune delle caratteristiche di Martin Jacques Mystère, detective dell’impossibile, personaggio creato nel 1982 da Alfredo Castelli, reso graficamente da Giancarlo Alessandrini, e che da quasi 40 risolve casi “mysteriosi” e impossibili dalle pagine degli albi che portano il suo nome, pubblicati da Bonelli editore. Tra i pochi personaggi a…

Continua…

Data:29 Ottobre 2020

Art Ad.Virus | Sacro e profano_Archeologia

Quante volte capita di notare all’interno di edifici religiosi la presenza di elementi estranei al contesto e di epoche precedenti? Quante volte, ad esempio, vediamo capitelli di colonne romane utilizzati come acquasantiere? O ancora, sarcofagi pagani riutilizzati come sarcofagi di santi o altari? Il fenomeno del riuso dei materiali antichi nell’arte e nell’architettura dei secoli successivi è molto frequente, soprattutto nel periodo tardoantico e medievale. La religione cristiana non è…

Continua…

Data:27 Ottobre 2020

#MuseoPOP/ Il museo entra nei videogiochi con “Assassin’s Creed”

Nonostante siano ancora poco conosciuti, i serious games sono una realtà presente in molti settori: si tratta di videogiochi che fondono intrattenimento e didattica e hanno come obiettivo quello di trarre dall’esperienza di gioco una forma di insegnamento. Le loro caratteristiche non variano di molto da quelle di un videogioco tradizionale, ma sono pensati per uno scopo preciso. La prima persona ad usare il termine è stato lo sviluppatore di…

Continua…

Data:27 Ottobre 2020

#FocusPsichiatria / “Il regno di Matto” di Glauser

Lo scrittore svizzero Friedrich Glauser conosceva molto bene la realtà dei manicomi: nella sua vita – spesso più avventurosa dei suoi romanzi – vi era stato rinchiuso più volte, a causa soprattutto della dipendenza da morfina. Non è quindi un caso se una delle avventure del sergente Studer, il protagonista dei suoi gialli, è ambientata in un grande ospedale psichiatrico. Per chi conosce un po’ la storia e l’architettura del…

Continua…

Data:22 Ottobre 2020

Art Ad.Virus | Sacro e profano_Società

Il 24 novembre si celebrano solenni cerimonie religiose dedicate al Vescovo Prospero, Santo Patrono di Reggio Emilia. In piazza San Prospero e nelle vie del centro storico, le persone camminano come da tradizione, dopo la santa messa celebrata nella basilica di San Prospero, testimonianza insigne del tardo manierismo emiliano, la quale ospita sotto l’altare maggiore le spoglie del Santo Patrono. Conosciuta anche come “piazza dei leoni”, nome dovuto ai sei…

Continua…

Data:15 Ottobre 2020

Art Ad.Virus | Sacro e profano_Storia

Il termine “sacro” deriva dal latino arcaico “sakros”, comparso per la prima volta sull’iscrizione Lapis Niger (VI sec. a.C.). Successivamente è passato ad indicare l’area semantica relativa ad una divinità ed al suo culto. Antitesi di “sacro” è “profano”. Anch’esso di derivazione latina (pro=davanti + fanum=tempio,luogo sacro), denota tutto ciò che è estraneo o contrario alla dimensione sacrale e religiosa. Immaginando questi due termini, sacro e profano (S,P), come i…

Continua…

Data:8 Ottobre 2020

Art Ad.Virus | Sacro e profano_Architettura

[dialogo con: Luigi Bartolomeo Avanzini, Girolamo Beltrami, Chiesa dei Santi Carlo e Agata, 1639 ca., via San Carlo 1, Reggio Emilia; AA.VV., DIASPORA, un progetto di Manuel Portioli, 2018, videoinstallazione circolare] Una fra le prerogative principali dell’uomo moderno è il movimento. Lo spostarsi da un posto all’altro, per tutte le ragioni che ritiene necessarie, fa di lui, e di noi, un uomo moderno; scandagliando quindi tutte le varie motivazioni che…

Continua…

Data:1 Ottobre 2020

Art Ad.Virus | Eros e sessualità_Cinema

Nella mitologia greca, Eros compare come una delle tre forze primordiali, dopo Chaos/Voragine(vuoto oscuro) e Gaia/Terra. In origine questo “vecchio amore” dai capelli bianchi, come lo raffiguravano i Greci, prescindeva dai generi maschile e femminile, poichè non esistevano ancora gli esseri sessuati. Eros rappresentava dunque un’energia che scaturiva dall’Universo stesso. Grazie a questa forza primordiale, Gaia partorisce Ouranos/Cielo e Pontos/Acqua(fluttuo marino): <<ciò che libera e palesa è proprio l’istinto che,…

Continua…