Manifattura europea (spagnola?)
Abito completo maschile in due pezzi
Fine XVI – inizio XVII secolo
Raso di seta con applicazioni in pelle

L’abito figura come un importante esempio di capo di vestiario maschile secentesco.
È composto da un giubbone di linea aderente e braghe rimborsate a mezza coscia, completato da calze a maglia in seta, scarpe in pelle, guanti e cappello in pelle. L’abito, realizzato in raso di seta cremisi con applicazioni in pelle, presenta una decorazione simmetrica a losanghe in cui sono ricamati fiori stilizzati, forse garofani. La forma corta, molto arrotondata, caratterizzava una tipologia di abito molto diffuso alla corte e nell’area di influenza spagnola, fin dagli anni settanta del XVI secolo. Janet Arnold, autrice dell’importante studio Patterns of Fashion (1985) l’ha scelto tra gli esemplari di primo XVII secolo di cui si è preoccupata di fornire addirittura gli schemi di taglio e un accurato esame dei dettagli esecutivi e ornamentali.
(cfr. J.Arnold, Patterns of Fashion, Londra, 1985; Il cavaliere in nero: l’immagine del gentiluomo nel Cinquecento – Catalogo di mostra, Skira, 2005)